Il CIM vuole anche te!



Il Coordinamento Italiano Motociclisti sta cercando collaboratori, per sviluppare i propri progetti e raggiungere gli obbiettivi di tutela dei diritti degli utilizzatori di motoveicoli.

La stabilità di una associazione la si ottiene con una corretta organizzazione delle attività, e il CM si è evoluto nel Coordinamento Italiano Motociclisti anche per migliorare la propria struttura e la stabilità. Però la forza di una associazione è racchiusa nel nome stesso: più persone con diverse conoscenze che si associano per collaborare e raggiungere un obiettivo comune.

Il CIM sta cercando persone che siano disposte a dare la loro collaborazione per seguire alcuni progetti e per seguire le attività che ne derivano. Persone che abbiano competenza nelle Leggi che possono essere ricollegate alla circolazione dei motoveicoli. Professionalità che ci aiutino nel campo della comunicazione, oppure rappresentanti delle Forze dell'Ordine che siano disposte ad aiutarci nel trovare soluzioni alle problematiche dei nostri sostenitori.

I modi di partecipare sono tanti, gli ambiti in cui collaborare anche di più. Se anche voi avete a cuore gli obiettivi del Coordinamento Italiano Motociclisti, contattateci, grazie alla cooperazione e alla collaborazione potremo raggiungere risultati incredibili!

Oggi grazie a Internet sono state rese disponibili gratuitamente modalità di collaborazione che fino a poco tempo fa erano impensabili: posta elettronica, forum, videochiamata, videoconferenza di gruppo. Il CIM utilizza abitualmente questi sistemi per la gestione di tutte le attività.

Lavorare insieme è possibile impegnando anche solo una piccola parte del proprio tempo libero e senza spostarsi da casa. Ma l'operatività dei gruppi di lavoro tematici garantirà al CIM di tutelare e rappresentare con competenza gli interessi ed i diritti di tutti gli utenti delle due ruote.

Scrivi a segreteria@cim-fema.it

(tratto dal sito del CIM)

Articolo del 23/06/2012 di Mauro Elefante